admin | diminuisci carattere ingrandisci carattere
Associazione Nazionale fra Pensionati ed Esodati della Banca Commerciale Italiana - ANPECOMIT
Comunicato n. 1 del 6-1-2011 - imminente invio di lettere da parte dei Liquidatori sul tema Fondo Pensioni
pubblicato il 07/01/2011

Comunicato n. 1 del 6-1-2011
imminente invio di lettere da parte dei Liquidatori sul tema Fondo Pensioni
 
Care amiche e cari amici,
valuable breguet duplication
 iniziamo il nuovo anno con un segnale positivo ed incoraggiante. Questo segnale è rappresentato dal seguente comunicato congiunto fra la nostra Anpecomit e Unp, e dal suo contenuto.  Prenderete atto del significativo ed importante passaggio verso l’auspicato buon fine  dell’Accordo stipulato fra le due Associazioni:  
 
COMUNICATO  UNP    /  ANPECOMIT
 
Oggetto :  Liquidazione  del  Fondo Pensioni tra il Personale  della  Banca  Commerciale  Italiana [Fondo].
                  Opposizioni  al ‘piano di riparto’  depositato  dai  Liquidatori.
                 Accordo  di natura  transattiva  tra  UNP e ANPECOMIT  per  una  soluzione del  contenzioso  con  il    Fondo  [Accordo].
^^^^^^^
 

Cari  Colleghi, come Vi è  già stato  reso  noto,  con  l’  Accordo  In oggetto, stipulato  il  12.7.2010,  le  sottoscritte Associazioni  hanno  compiuto  un importantissimo  passo   volto  a  consentire  ai  Liquidatori  del  Fondo di  valutare  la  possibilità  di   individuare   la  percorribilità  di  una  definizione  improntata  ad  equità  dell’ormai  annoso  contenzioso  riguardante   i  criteri  di  distribuzione  delle   sopravvenienze ricavate  dall’ alienazione  del  patrimonio  immobiliare del  Fondo.

Orbene, i Liquidatori convinti  che  l’  Accordo   possa  effettivamente  costituire  un  decisivo strumento  risolutivo, hanno  posto  in essere  una  serie  di  incontri  con le  Organizzazioni  Sindacali  e  con le  Autorità  preposte  alla  vigilanza  della  Liquidazione  [COVIP  e  Presidente del  Tribunale di Milano] nel  corso  dei quali hanno  esaurientemente illustrato  i  termini  dell’  Accordo  acquisendo   riscontri   intonati   per  una  prosecuzione  di  operatività   intese   ad  una  sua  auspicata  attuazione.
Con i  conforti  così  ottenuti  i  Liquidatori  si  accingono  a  rivolgersi  ai  soggetti  più  sensibilmente  interessati   alla  travagliata  questione  [ e precisamente  ai ‘ Pensionati ‘  ed a  tutti  coloro  che  hanno  proposto  opposizioni  al  piano  di riparto  dichiarato  nullo per  motivi  di  forma dal  Tribunale  di  Milano ed ora  al  vaglio  della  Corte  di  Appello  nell’ambito  di   giudizi  la  cui  discussione  è stata  rimessa  all’udienza  fissata  per  il  10marzo  2011]  indirizzando loro  apposita  lettera  avente  lo scopo di  verificare  la  misura  del  sostegno  all’  attuazione  dell’ Accordo.

Tale  lettera , che  oltre a  soffermarsi  nel  richiamare  i  principali  eventi  avveratisi   dopo  il deposito  del  piano di riparto  avvenuto il 24.2.2009  e nel  puntualizzare  i  momenti  salienti  dell’ Accordo  riporterà, per  ciascuno  dei   destinatari,  anche  la  somma che andrebbe loro una volta  che l’ Accordo trovasse  concretamento replication rolex submariner exact watches.

Al  riguardo   ci rivolgiamo   a  Voi , quali  soggetti  che  riceveranno   la  lettera  dei  Liquidatori ,  per rinnovarVi  ,    il  più  caloroso invito  a  fornire  il  Vostro  fattivo  contributo  a supporto  dell’  Accordo  affinchè  lo stesso  non   rimanga  solo   un  atto  di  buona   volontà  tra  le  nostre  Associazioni , ma  assurga ad elemento   fondamentale  nella   effettiva composizione   di  vertenze  che  hanno, con  molta  tristezza, diviso persone che  avrebbero  dovuto  essere  preservate   nei  sentimenti  di  reciproca  solidarietà   sviluppati   in  anni  di  comune  esperienza  lavorativa .
Evidenziamo che, per  dimostrare la Vostra  approvazione  all’  Accordo,  secondo  l’ impostazione  adottata,  non  dovrete, peraltro,  procedere,  ad  alcun  riscontro   alla  su detta  lettera;  riscontro  che dovrà  essere  dato  solo  da  chi   intenda  esprimere  il  proprio  dissenso scritto entro il 22 febbraio 2011.
Contiamo pertanto moltissimo su di Voi. La possibilità di addivenire ad una  conclusione, in tempi ragionevolmente  ravvicinati  di complicatissime pendenze di  durata  ed  esito, allo stato,  non definibili, dipende ora  dal  risultato  dell’iniziativa valutativa dei Liquidatori: la dimostrazione di  una compatta volontà adesiva all’Accordo sarà  infatti determinante nella prosecuzione delle loro  operatività  per una soluzione  equitativa  di  dette  pendenze  che  potrebbe, nella  più parte, avverarsi  già entro  il corrente  anno  con la  ripresa  dei  riparti.
Vi  ringraziamo sentitamente per la Vostra attenzione e Vi salutiamo molto  cordialmente.
   
 UNP – Milano              ANPECOMIT- Roma                6-1-2011                       
 
Da parte nostra, come ormai a Vostra conoscenza, abbiamo, sin da metà novembre  scorso,  dato avvio ad una raccolta di adesioni all’Accordo, attraverso alcune assemblee di soci a Firenze, Torino, Genova, Roma e Milano, a cui va ad aggiungersi una cospicua raccolta di firme  pervenutaci da iscritti della Fabi di Parma.
Abbiamo inoltre, con il sostegno dei nostri Legali,  indirizzato a tutti i nostri soci opponenti una richiesta di  manifestare la loro approvazione  all' Accordo  ottenendo risposte positive  in misura largamente maggioritaria (stiamo definendo i numeri). A maggior ragione,  quindi,  coloro che ci hanno già confermato per iscritto la loro adesione (o l’hanno confermata direttamente all’Avv. Iacoviello per i  pensionati  98/99) non dovranno dare alcun riscontro alla lettera che riceveranno dal Fondo  per il tramite  dello studio legale domiciliatario.
 
Per  completezza informativa  alleghiamo  la  bozza  (non ancora definitiva in quanto  potrebbe  essere oggetto  di qualche  lieve  modifica)  che i Liquidatori  del Fondo utilizzeranno  per  la    redazione  delle  lettere  relative  all'iniziativa  sopra trattata. Bozza che inseriremo nel nostro sito www.noicomit.it  unitamente al presente comunicato.
 
Un caro ed affettuoso saluto a tutti.
Antonio Maria Masia
Roma 6-1-201
replica blancpain special watches