admin | diminuisci carattere ingrandisci carattere
Associazione Nazionale fra Pensionati ed Esodati della Banca Commerciale Italiana - ANPECOMIT
COMUNICATO N. 12 DEL 5.12.2010 - Cassa Sanitaria/Fondo Sanitario Integrativo (lettera al FSI) - -Fondo Pensioni Comit/Accordo Anpecomit-UNP - Incontri con i soci
pubblicato il 05/12/2010

Comunicato n. 12 del 5-12-2010
-Incontri con i soci
-Fondo Pensioni Comit/Accordo Anpecomit-UNP
-Cassa Sanitaria/Fondo Sanitario Integrativo  (lettera al FSI)
 
Care amiche e cari amici,
 
Abbiamo completato con Roma e Milano gli incontri programmati per questo scorcio d’anno.
A conclusione possiamo affermare che la partecipazione è stata significativa per numero e per attenzione. A Roma e Milano i soci presenti hanno quasi all’unanimità  condiviso le nostre valutazioni  sui temi in oggetto e sottoscritto l’accordo.
 
Circa l’adesione al piano di riparto stiamo provvedendo a chiedere in maniera specifica ai colleghi inseriti nei due ricorsi coordinati da noi l’adesione all’accordo stipulato fra Anpecomit ed UNP per la ripartizione delle plusvalenze.
Lo faremo nel seguente modo:
-per i colleghi  ricorrenti e opponenti 98/99 ci pensa lo studio Iacoviello che invierà richiesta in tal senso ai singoli che a suo tempo hanno affidato la delega. Invitiamo a rispondere sollecitamente;
-per i colleghi  ricorrenti e opponenti zainettati, anticipati e ceduti che hanno affidato delega agli Avvocati Civitelli, Fasano, Iacoviello e Pileggi, ci pensa l’Associazione inviando a parte per e-mail e per posta a chi non ha indirizzo elettronico, un invito ad aderire all’accordo. Così come sollecitato  anche dai 4 Legali. Anche in questo caso Vi preghiamo di risponderci sollecitamente, seguendo le istruzioni.
NB: Potrà verficarsi che alcuni debbano rispondere alle richieste di cui sopra pur avendo firmato il modulo di adesione in occasione degli incontri . Grazie.
 
Naturalmente, coloro che non intendono aderire all’accordo sono pregati,  di darci comunque  una risposta scritta e chiara, altrimenti non sapremmo come interpretare il  loro SILENZIO.
 
 
Per quanto riguarda il tema Cassa Sanitaria/Fondo Sanitario Integrativo, RICHIAMANDO integralmente le notizie di cui al nostro precedente comunicato n. 10, segnaliamo:
 
-         di consultare il sito del nuovo Fondo, www.fondosanitariointegrativogruppointesasanpaolo.it , ove è possibile trovare l’elenco delle strutture convenzionate e lo statuto, e verificare quanto necessario.
-         di riflettere sulle nostre valutazioni di critica alla riforma per la vera assenza di solidarietà intergenerazionale, a causa della creazione di due separate gestioni che comporteranno per noi pensionati la difficile situazione  di quote e prestazioni incerte, non più fisse e variabili in peggio.
 
La nuova formula prevede che il contributo riferito al solo titolare diretto dell’assistenza, sia pari al 3% degli emolumenti lordi (+ 0,10% per ogni familiare, coniuge compreso, sino al n. di 3  fiscalmente a carico e/o 0,90% per quelli non fiscalmente a carico). Per i pensionati corrisponde al 3% della pensione lorda che risulta dal modulo che riceviamo annualmente dall'INPS. Al premio non c’è più un limite se non  a livello d'imponibile pari a Euro 100.000 (beato chi gode di tale pensione), come risulta, non dalla documentazione che abbiamo ricevuto, ma dagli accordi fra le “ sedicenti” Fonti Istitutive.  Inoltre Il nuovo Fondo pagherà solo l'80% delle prestazioni liquidate all'iscritto. Il residuo 20% verrà corrisposto l'anno successivo, dopo l'approvazione di un bilancio che presenti un residuo sufficiente: per la cassa dei pensionati tale residuo è verosimilmente  da escludere.
 
-         di confrontare con attenzione le condizioni del nuovo Fondo con la polizza FAPCredito/Allianz, valida offerta alternativa, specie per chi non dispone di alcuna copertura,  al fine di decidere cosa fare,  tenendo presente che una volta usciti dal Fondo non si rientra e che  il contributo al Fondo è  deducibile dal reddito al contrario del premio all’Assicurazione.
 
In ultimo su questo argomento:
 
tutti  avete ormai ricevuto la documentazione relativa al nuovo Fondo Sanitario, che deve essere restituita sottoscritta nei prossimi giorni, dato che deve pervenire alla Previmedical entro il 15 dicembre p.v., pena, si badi bene, non la mancata iscrizione al Fondo stesso, che è automatica, ma l'impossibilià di usufruire nell'immediato dell'Assistenza diretta.
A questo proposito e per rispondere a tantissimi colleghi che ci chiedono come comportarsi, ed al fine di evitare che l'invio della documentazione venga interpretato dal nuovo  Fondo Sanitario Integrativo alla stregua di una approvazione dell'operato delle Fonti Istitutive, e per dare alle nostre Associazioni (lo studio Iacoviello sta predispondendo la reazione legale delle tre Associazioni) il modo di fare quanto ancora possibile per attenuare i danni, suggeriamo di accompagnare la documentazione con la lettera che qui presentiamo e che troverete anche in allegato:
"
                                                                       Spett.
                                                                       Fondo Sanitario Integrativo

del Gruppo Intesa Sanpaolo

                                                                       c/o Previmedical
                                                                       Via Gioberti 33
                                                                       31021 MOGLIANO VENETO (TV)
 
                                                           e          Spett.

            racc. semplice                                      CASSA PER L’ASSISTENZA SANITARIA

PER IL PERSONALE DEL GRUPPO INTESA
Via Cechov 50/5
20151 MILANO
 
 
Oggetto: invio documentazione richiesta con lettera del 10 novembre 2010 della
               Cassa per l’assistenza sanitaria per il Personale del Gruppo Intesa
 
 
            In relazione a quanto in oggetto, trasmetto, debitamente completata e sottoscritta, la documentazione di cui trattasi.
            La trasmissione della documentazione in parola munita della mia firma ha valenza esclusivamente amministrativa, costituendo una mera presa d’atto al fine di dare continuità alla fruizione delle prestazioni sanitarie integrative oggi assicurate dalla Cassa Sanitaria per il Personale del Gruppo Intesa.
Restano, pertanto, ferme tutte le riserve in ordine alla legittimità dei comportamenti e delle procedure poste in atto sia della predetta Cassa Sanitaria, sia dal nuovo Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo per il trasferimento automatico a quest’ultimo della mia posizione di iscritto.
 
            Distinti saluti.
 
Vi invitiamo nella imminenza  della scadenza dei termini  di inviare tale lettera, se d’accordo, con cortese sollecitudine e Vi preghiamo di interessare eventuali amici e conoscenti soci e non soci. Da parte nostra non siamo più in tempo per inviare, per posta, ai nostri soci privi di  e-mail.  
 
 
Per chiudere , vi ricordiamo ancora una volta:
 
Rinnovate, chi non l’avesse ancora fatto, l’adesione per l’anno in corso,  entro il 31.12.2010, BONIFICANDO  (min. € 20) su  Anpec IBAN : IT20E0306905072625005890312 presso ex Comit 14, Via Bevagna-angolo via Citerna  Roma
 
 
 Collaborate ad un migliore riuscita del nostro sito, arricchendolo con Vostri scritti ed iniziative. Inviateci dunque  poesie,  foto, documenti, racconti,  saggi, e storie che pubblicheremo molto volentieri.
 
Proponetevi, entro il 31/1 per una candidatura ad uno degli organi sociali dell’Anpecomit (Direttivo, Sindaci, Probi Viri)  che dovranno essere rinnovati, attraverso le elezioni, entro il mese di maggio 2011, secondo la tempistica e le modalità che  fra poco indicheremo (la proclamazione avverrà in occasione dell’Assemblea Generale dei soci prevista a Trieste dal 18 al 22 MAGGIO )
 
 
Un caro saluto .
e a tutti Voi ed alle Vostre famiglie i più sinceri ed affettuosi auguri per le festività di Natale e Capodanno.
 
Antonio Maria Masia
Roma, 5-12- 2010
 
Come sempre troverete questo comunicato nel nostro sito: www.noicomit.it
    
 
 
 




lettera al Fondo Sanitario Intesa
[scarica file]